Skip to main content

E’ arrivata la primavera….natura, donne e motori!

Ovviamente in ritardo rispetto all’Italia, ma è finalmente arrivata la primavera!

Solo due settimane fa lasciavo la Svezia ancora brulla e con laghi ghiacciati ma con timidi segnali di ripresa, invece al mio ritorno la primavera è letteralmente sbocciata all’improvviso, con prati verdissimi e pieni di fiori, alberi con le prime foglioline e temperature ragionevoli dai +15°C ai +20°C.

Il tempo metereologimamente parlando è sempre favoloso, con sole tutti i giorni che permette di girare tranquillamente in maglietta e occhiali da sole.

Il sole si fa vedere alla grande adesso, in confronto con Torino siamo a più di un’ora e mezza di luce, ma considerando che c’è un crepuscolo incredibile il cielo diventa completamente buio per le 23.00.

E cosa fanno gli svedesi in questi giorni? Semplice, sfruttano ogni possibile raggio di sole per fare attività all’aria aperta, godersi i vari parchi cittadini e le foreste attorno alla città e restare immobili come lucertole al sole per “riscaldarsi”.

Il bello di questa stagione è che si incominciano a vedere molte fanciulle in abiti decisamente estivi prendere il sole o girare mezze-scosciate per le vie della città.  Qui sotto un esempio, è una foto fatta direttamente dalla mia cucina verso il giadino condominiale!

Girare per Norrkoping in questi giorni porta grandi emicranie!!!!

La particolarità che ho trovato qui è che la gente affolla i parchi cittadini in maniera completamente diversa da noi. Mentre dalle mie parti parchi e aiuole era quasi proibito calpestarle qui è l’opposto: si vede gente buttata sul prato a chiacchierare, chi sorseggia birra e ha la musica dagli smartphone accesa, chi prende semplicemente il sole oppure bambini e ragazzini che giocano a pallone.

A volte si vedono coppie o gruppi di amici preparsi pranzo o cena direttamente sui grill sparsi un po’ dappertutto nei parchi. Vicino alla mia abitazione nel parco del quartiere ne ho contati due, strutturati anche con tavolini e panche.

Con l’arrivo della primavera c’è anche una “tradizione” svedese: girare in città con le bellissime macchine d’epoca americane. Ci sono diversi raduni estivi di questi bolidi e sono facilmente riconoscibili dai vivaci colori e dal rumore intenso di motore e marmitta.

Girarsi ed ammirare queste bellissime macchine assieme alle bellissime ragazze svedesi è diventato il mio sport primaverile preferito!!!!   🙂

Natura selvaggia in città

AGGIORNAMENTO: Stamattina mentre andavo a Linköping ho visto anche una bellissima volpe e un gruppetto di 3 caprioli/daini, questo appena uscito dalla città e visti direttamente dall’autostrada!

 

Norrköping è una cittadina di circa 85.000 abitanti e si estende per circa 37km quadrati, per numero di abitanti è al 10° posto tra le città più popolose della Svezia.

Una cosa che mi piace molto è la presenza di diversi parchi cittadini mentre praticamente fuori dalla città ci sono boschi bellissimi e grandi distese di campi.

Ultimamente mi stanno capitando incontri ravvicinati con una moltitudine di lepri, e non intendo quelle lepri piccoline italiane che si vedono solo d’estate ma sono più grandi dei gatti!!!  Ci si potrebbe fare un buonissimo ragù di lepre per qualche settimana visto quanto sono grossi.….

Così mentre attendi il pullman oppure passeggi per arrivare in centro mi capita spesso di vederli zampettare dappertutto sicuramente indaffarati a cercare cibo, a volte mi è capitato di dovermi fermare con l’auto per farli passare…..

E sono tranquilli, non scappano appena arrivi anche perché qui nessuno si sogna di corrergli dietro sperando appunto in un buon ragù.

Altri animali che vedo spesso sono i gatti che si divertono con i topolini di campagna (visti diverse volte vicino a casa mia), numerosi tipo di uccelli (tra cui molti gabbiani visto la vicinanza con il mare) e una moltitudine incredibile di anatre che normalmente stanno nei dintorni del fiume Motala Ström che attraversa la città.

Anche per questi ultimi animali non scappano alla vista dell’uomo e i bambini si divertono a stare in mezzo a loro per dare del pane secco.

Ma stamattina ho visto una cosa bellissima, mentre ero fuori sul balcone a prendere il sole (in maglietta, al riparo dal vento, verso il sole, si stava benissimo!!!) nel cielo sempre blu di queste settimane ho notato 3 aquile volteggiare praticamente sopra casa mia.

Una cosa del genere mi capitava di vederla in alta montagna sulle Alpi, ma non me la sarei aspettato qui in città!