Skip to main content

Io davanti a 9.000 donne

Lunedì pomeriggio complice una bella giornata di sole e tempetura gradevolissima di 20 gradi ho preso la bicicletta e volevo dirigermi al mare, precisamente nella spiaggetta di Lindö. Sicuramente non era per fare il bagno ma era per vedere com’è attrezzata la spiaggia e se c’era qualche pazzo che si buttava in acqua, nella speranza magari a giugno di fare un bagno (per l’occorrenza prenoterò una stanza in ospedale…non si sa mai!!!).

Peccato che appena arrivo dalla parte opposta del mio quartiere trovo tutto transennato, musica a palla e una marea di gente ai bordi.

Mi avvicino alla zona dove c’è una grande maneggio di cavalli e rimango meravigliato: una distesa incredibile di ragazze e donne in tenuta da corsa pronte per una 5 km per le strade e parchi della città.

Così dico ben volentieri addio alla gita al mare per concedermi questo spettacolo inatteso. Una quantità incredibile di donne di qualunque età e con coloratissimi tutte pronte per la partenza.

La gara si chiama VårRuset che letteralmente significa “Primavera di intossicazione”, cosa realmente voglia indicare non lo so ma immagino che sia una specie di corsa liberatoria, di disintossicazione, un modo per accogliere la primavera con una corsetta. Questa competizione ci sarà in molte altre città fino alla fine di maggio.

A quanto ho capito il gruppo è stato diviso per diverse categorie (professioniste, semiprofessioniste, camminatrici, pseudo-camminatrici, etc…) e prima della partenza di ogni gruppo con l’aiuto di alcune ragazze su delle strutture rialzate hanno fatto diversi minuti di stretching a ritmo di musica (e che spettacolo!!!).

Beh, come potete immaginare c’erano anche molte bellissime ragazze, e quindi altro mal di testa, poi tutte concentrate in un solo posto cosa vuoi pretendere di più???

Comunque ho fatto anche un video (disponibile anche in HD) giusto per farvi vedere questo incredibile gruppo di circa 9.000 atlete che hanno partecipato alla corsa.

E’ arrivata la primavera….natura, donne e motori!

Ovviamente in ritardo rispetto all’Italia, ma è finalmente arrivata la primavera!

Solo due settimane fa lasciavo la Svezia ancora brulla e con laghi ghiacciati ma con timidi segnali di ripresa, invece al mio ritorno la primavera è letteralmente sbocciata all’improvviso, con prati verdissimi e pieni di fiori, alberi con le prime foglioline e temperature ragionevoli dai +15°C ai +20°C.

Il tempo metereologimamente parlando è sempre favoloso, con sole tutti i giorni che permette di girare tranquillamente in maglietta e occhiali da sole.

Il sole si fa vedere alla grande adesso, in confronto con Torino siamo a più di un’ora e mezza di luce, ma considerando che c’è un crepuscolo incredibile il cielo diventa completamente buio per le 23.00.

E cosa fanno gli svedesi in questi giorni? Semplice, sfruttano ogni possibile raggio di sole per fare attività all’aria aperta, godersi i vari parchi cittadini e le foreste attorno alla città e restare immobili come lucertole al sole per “riscaldarsi”.

Il bello di questa stagione è che si incominciano a vedere molte fanciulle in abiti decisamente estivi prendere il sole o girare mezze-scosciate per le vie della città.  Qui sotto un esempio, è una foto fatta direttamente dalla mia cucina verso il giadino condominiale!

Girare per Norrkoping in questi giorni porta grandi emicranie!!!!

La particolarità che ho trovato qui è che la gente affolla i parchi cittadini in maniera completamente diversa da noi. Mentre dalle mie parti parchi e aiuole era quasi proibito calpestarle qui è l’opposto: si vede gente buttata sul prato a chiacchierare, chi sorseggia birra e ha la musica dagli smartphone accesa, chi prende semplicemente il sole oppure bambini e ragazzini che giocano a pallone.

A volte si vedono coppie o gruppi di amici preparsi pranzo o cena direttamente sui grill sparsi un po’ dappertutto nei parchi. Vicino alla mia abitazione nel parco del quartiere ne ho contati due, strutturati anche con tavolini e panche.

Con l’arrivo della primavera c’è anche una “tradizione” svedese: girare in città con le bellissime macchine d’epoca americane. Ci sono diversi raduni estivi di questi bolidi e sono facilmente riconoscibili dai vivaci colori e dal rumore intenso di motore e marmitta.

Girarsi ed ammirare queste bellissime macchine assieme alle bellissime ragazze svedesi è diventato il mio sport primaverile preferito!!!!   🙂