Skip to main content

Il certificato digitale Bank-ID

Nel precedente articolo sulle banche svedesi ho menzionato di un certificato digitale chiamato Bank ID, ma prima di parlare di questo è doveroso spiegare perché questo certificato può funzionare.

In Svezia esiste in pratica un database ufficiale dove ci sono tutte le informazioni di ogni cittadino, in particolar modo il codice fiscale chiamato Personnummer e altre informazioni tipo reddito, dati dell’abitazione, dati sanitari, prestiti e mutui attivi.

In pratica lo Stato sa tutti di noi.

Se non si è presenti in questo database grazie al codice fiscale, non è possibile fare niente in Svezia, ne attivare utenze tipo quelle telefoniche o di casa, si hanno difficoltà ad affittare una casa, non si può aprire un conto corrente e richiedere un prestito/mutuo o addirittura non ti permettono il ritiro di un pacco al banco posta dei supermercati.

Vi faccio tre esempi pratici di come funziona questo database: a novembre ho acquistato un’auto nuova ed è bastato fornire soltanto il mio codice fiscale al venditore all’atto dell’acquisto. Dopo averlo digitato sul computer il concessionario ha ottenuto in 1 secondo tutti i miei dati autenticati e aggiornati, ha ricevuto un’informativa sul mio stato finanziario (se ero moroso, se avevo altri prestiti attivi e se ci sono problemi nei pagamenti dei propri debiti verso la pubblica amministrazione o altre aziende private) e ha ricevuto allo stesso tempo anche la conferma del finanziamento visto che il mio fattore rischio era dello 0,3%. 

Allo stesso tempo, una volta terminato i 15 giorni di assicurazione fornita dal concessionario, sono entrato dallo smartphone sul sito della mia assicurazione, ho inserito il mio codice fiscale nell’applicativo e ho trovato la targa dell’auto registrata a mio nome, è bastato selezionarla e scegliere tra i tre tipi di assicurazione auto disponibili. In forse 5 secondi ho attivato l’assicurazione e potevo circolare immediatamente senza dovermi recare alla sede dell’assicurazione, presentare documenti, firme e quant’altro.

Inoltre a fronte di un controllo della Polizia basta dare la patente (dove è presente il codice fiscale) e loro sanno se si è pagato il bollo, l’assicurazione, se si è passato il controllo dell’auto annuale e se c’è una multa da dare questa viene data in base al reddito (più sei ricco più paghi!).

La Bank-Id è un servizio rilasciato da una banca o dall’ufficio delle tasse Skatteverket che si compone di un certificato digitale su tessera tipo bancomat e di un PIN. 

Inoltre lo stesso certificato digitale è presente anche sul chip della carta d’identità chiamata ID-Kort, che qui è in formato tessera (la carta d’identità in formato bancomat è in circolazione da almeno 14 anni…).

Una volta installato il certificato digitale sul proprio computer tramite il lettore di smartcard usb con tastierino numerico fornito è possibile fare qualsiasi cosa, ad esempio:

  • entrare su tutte le banche nazionali online e confermare qualsiasi operazione di  pagamento o trasferimento denaro.
  • Pagare qualsiasi bolletta o fattura e confermare il pagamento automatico delle stesse.
  • Accedere sul sito dell’ufficio delle entrate Skatteverket e richiedere e stampare direttamente certificati anagrafici di ogni tipo, aprire un’azienda, fare la dichiarazione dei redditi,…..
  • Autenticarsi per accedere ai portali delle aziende pubbliche (tipo la Försäkringskassan che si occupa delle mutue/malattie o il Trasporstyrelsen che è la nostra motorizzazione) e private (tipo le assicurazioni e utenze domestiche).

Insomma il vantaggio di avere questo certificato è che ti permette di autenticare su ogni sistema online e sopratutto ti evita di dover andare fisicamente presso i vari uffici o enti statali per richiedere documenti o effettuare pagamenti, ci si connette al sito e mentre si fa login con i propri dati basta inserire la tessera nel lettore e digitare il PIN abbinato, così si entra sul portale e si da la conferma sull’attività richiesta.

L’evoluzione di questo sistema si chiama Mobil Bank-ID e utilizza il proprio smartphone per autenticarsi sui vari siti e permette di fare tutte le varie operazioni sia su smartphone che su qualsiasi pc. In più per come me che utilizzo un iPhone l’autenticazione viene effettuata in pochi nanosecondi tramite la lettura dell’impronta digitale, senza dover inserire il PIN.

Inutile dire che questo servizio è gratuito, anche perché tutta la pubblica amministrazione è gratuita (non si paga niente per richiedere documenti e qui i bolli non sanno cosa siano….) ma sopratutto questo è un’ulteriore tassello che semplifica enormemente la gestione giornaliera di pagamenti e richieste documenti. 

Penso che l’implementazione di un sistema così in Italia sia pura utopia, molti sistemi anche degli stessi enti non si parlano neanche tra di loro, figuriamoci avere un unico centro dati….

Sinceramente mi piace molto questo sistema e qualcuno storcerà il naso su questa centralizzazione dei dati personali (privacy?) ma visto che qui tutti pagano le tasse allo stesso tempo tutti noi possiamo usufruire di questi servizi veramente utili e gratuiti, altro che code in banca, alle poste, ricordarsi di portare il bollo pagato,…..