Skip to main content

Il magico mese in Svezia

Vi piace questa foto vero?

E’ bellissima, è un classico tardo pomeriggio di dicembre in Svezia, con tanta neve, freddo, luci che illuminano a giorno intere città e con un bellissimo clima natalizio….

Peccato che l’immagine è di repertorio perché anche quest’anno la neve non si è fatta vedere e le temperature a volte di sera arrivano sui 10 gradi (sopra lo zero!)….

Più che pupazzi di neve stiamo facendo pupazzi di fango che hanno l’unico vantaggio di durare di più….

2iYxRET

Comunque dicembre è veramente un mese particolare e magico in Svezia, pieno di avvenimenti e vissuto e celebrato seguendo molte tradizioni che in piccole dosi ho adottato anch’io.

Abbiamo passato ormai le celebrazioni del premio Nobel e pure il 13 dicembre, giorno di Santa Lucia, che qui viene festeggiato moltissimo sopratutto dai più piccoli.

Quella è una giornata dove i bambini girano per la città, scuole, posti di lavoro e luoghi pubblici in processione, offrendo dolci e cantando canzoncine tradizionali natalizie.

La bambina in testa al corteo rappresenta Santa Lucia ed indossa una tunica bianca, una fascia rossa alla vita e, grazie alla sua corona di candele in testa (e visto i tempi moderni ormai a led) porta la luce nel periodo più buio dell’anno.

Al suo seguito ci sono altri pagetti e damigelle con le tuniche bianche e cappelli con stelle dorate, il bimbo vestito da Babbo Natale e quello vestito da omino di Pan di Zenzero.

Qui trovate un piccolo video che descrive un po’ questa festa (in inglese ma si capisce):

Già, parliamo di roba buona, nel periodo natalizio vengono preparati e consumati due principali dolci: i Lussekatte e i Pepparkakor.

I Lussekatte sono dei buonissimi e morbidissimi dolcetti a forma di “infinito” al gusto di zafferano guarditi con due o più uvette passe. Hanno un sapore delicato e veramente soffici da mangiare.

Essendo molto semplici da realizzare vi invito a seguire la ricetta e la preparazione presente in questo link:

Ricetta Lussekatte

L’altro è il biscotto classico allo zenzero, che presenta forme e dimensioni diverse. Li trovate anche all’Ikea se volete assaggiarli, hanno un gusto deciso, forte e speziato e sono fantastici con il caffè.

Lo stesso biscotto lo si puo’ usare per addornare l’albero di Natale

620_pepparkakor

oppure al supermercato da noi si trova la casetta da costruire con tutti i pezzi in scatola di montaggio, molto Ikea-style!

a100d1f15d5b73737d4535f42e3640ca

In realtà questo biscotto lo si consuma ormai per parecchi mesi durante l’anno ma ovviamente in questo momento se ne consuma (e ne consumo) uno sproposito!

In questo periodo ci sono anche delle bevande tipiche: il principale è il Glögg che ricorda molto il nostro Vin Brule’ e viene consumato caldo assieme all’uvetta passa e mandorle.

L’altra è la birra di Natale chiamata Julöl, che non è nient’altro che una birra (qualcuno ancora la realizza artigianalmente in casa, come tradizione vorrebbe) più scura e carica di gusto, anche se provandola una volta sinceramente non ho notato grande diversità da una birra rossa normale.

Altra bevanda è lo Julmust, una strana Coca-Cola che ha un particolare gusto quasi impossibile da descivere. A me piace e in questo periodo viene consumato moltissimo a discapito proprio della famosa bevanda americana.

Giusto ieri c’è stato il solstizio d’inverno, che corrisponde al giorno con meno luce dell’anno.

Per contrastare questo periodo scuro le classiche lampade appoggiate sui davanzali sono stati sostituiti da altri che contribuiscono, oltre ad illuminare maggiormente la casa, a creare un bel effetto natalizio.

Il più classico è il candelabro dell’avvento dotato di sette candele / lampadine di colori rosso o bianco.

77151121-ItemBig

Ho “prontamente” acquistato due di questi candelabri e messi sulle due finestre ai lati della casa, ora grazie ad un timer si accedono/spengono automaticamente e ogni volta che rincaso al buio li vedo accesi anche se devo essere sincero la loro luce fiacca mi ricorda tanto una chiesa….

Un’altra luminaria molto bella e utilizzata è la stella dell’avvento, si tratta di una stella di diverse dimensioni fatto di carta o cartone traforata dai colori bianchi, gialli o rossi che vengono appese alle finestre.

Al suo interno c’è una una piccola lampadina e per dirvi quanto ci tengono a questo ornamento in moltre case, sopra ogni finestra, ci sono delle piccole prese di corrente che vengono utilizzate apposta per queste luminarie.

414336-advent

Se devo dire la verità non so cosa significano questi ornamenti tipicamente svedesi ne che origine hanno, magari un giorno lo scoprirò.

Tra pochissimo è Natale e parteciperò assieme ai miei amici italiani al classico pranzo del 25 dove, credetemi, il menù proposto è veramente allettante e abbondante!

Vi saluto e vi auguro a tutti un Felice Natale e Buon 2016!

Julgran