Skip to main content

Rincogl…..e per il cibo!

Oh si, mi manca moltissimo la cucina italiana, non ci sono dubbi, è la migliore al mondo!

Non che qui faccia la fame, anzi, ma ovviamente i gusti scandinavi sono un “pochino” diversi da quelli nostri mediterranei.

La principale differenza tra la nostra cucina e quella svedese in particolare sta nella qualità e vastità di prodotti e materie prime.

Per esempio i pomodori ci sono eccome, ma vacca boia se li riesci a trovare che sappiano di qualcosa, è una bella impresa. Si trovano tutto l’anno anche nella variante cigliegino, ma veramente la consistenza e il sapore di plastica è lontano anni luce dal classico pomodoro italiano, da quello dell’orto a cuore di bue oppure al pelato, gustosissimo e bello carnoso….

E comunque li compri perché un insalata senza pomodori per me non è un’insalata, ti sembrano belli al supermercato ma quando li lavi e li tagli vedi proprio che non sanno di niente. Oh, per carità, a volte ho trovato diversi pomodori buoni e il giorno successivo sono tornato a comprarli, ma è un evento un po’ raro.

Quindi cosa si fa ogni volta che si torna a casa in Svezia? Semplice, si fa un’importazione “clandestina” in valigia di leccornie per poter sopravvivere qualche mese in attesa di un’altro volo per l’Italia.

Oltre ai soliti Campari, Aperol, sambuca, mirti e amari mi importo sempre formaggi e salumi particolari, a volte anche la robiola piemontese che qui non trovo (e con le patatine fritte è la morte sua), delle mortadelline, del lardo, dell’nduja o altri prodotti simili, qui sotto un piccolo esempio:

IMG_3101

Ma ormai la musica è un po’ cambiata, da diversi anni si trovano facilmente prodotti di origine italiana e diventa sempre più facile trovare prodotti del belpaese, il grana, parmigiano e pecorino ormai sono stati “sdoganati” e anche gli svedesi li apprezzano molto, come apprezzano anche la mozzarella, la bufala e il gorgonzola…..  E non pensate che costino una follia, ad esempio ho trovato un bel pezzo di Grana Padano originale da 1 kg sottovuoto con un lato di crosta a neanche 14 euro, non mi sembra un brutto prezzo!

Per la pasta si trova ovviamente la Barilla (che a volte mezzo kg costa sui 0,55 euro, meno che in Italia….) come la Garofalo e altre marche, l’olio dal Monini al Carapelli e finalmente da poco tempo sono arrivati i prodotti della Mulino Bianco, anche se al momento sono un po’ cari e piccoli nella confezione, ma sono di gran lunga più buoni dei biscotti svedesi stra-burrosi e stra-dolci.

Per i salumi mi posso scordare i banconi dei supermercati italiani dove dovresti vivere 4 vite per poter assaggiare ogni cosa esposta ma ormai si trovano affettati tipo la finocchiona, la soppressata calabra o la coppa piacentina oltre ai classici prosciutti crudi e salami tipo Milano o la mortadella.

Altra cosa che mi manca sono i vini, si trovi ovviamente anche qui ma il costo è semplicemente folle: una bottiglia normalissima di vino che in Italia la trovi sui 3-4 euro, qui la trovi dai 9 euro in su…. Quindi ogni volta che apri una bottiglia quando vengono amici a cena è una vera festa, in tutti i sensi. Per non parlare dei superalcolici, costano almeno il doppio se non il triplo che in Italia….

Da quando mi sono trasferito qui ho sempre mangiato italiano a casa salvo apprezzare prodotti autoctoni tipo salmone o carne di alce/renna ma ogni volta che mangio anche solo un piccolo pezzo di grana te lo gusti alla grande, ne apprezzi il profumo e ad ogni boccone è una piccola gioia, cosa che in Italia purtroppo non ricordavo fare perché c’è l’avevi tutti i giorni in tavola. Stesso discorso per il vino, ormai non reggo più di due bicchieri ma quei due che mi bevo me li degusto come se non ci fosse un domani, alla stregua di un sommelier!

E’ una cosa eccezionale quella di poter gustare e apprezzare questi buonissimi prodotti italiani, un po’ come se li mangiassi per la prima volta.

Mi manca anche andare fuori la sera e cenare con una buona pizza o un piatto fumante di spaghetti allo scoglio, per esempio. Ci sono molti ristoranti o pizzerie italiane qui ma purtroppo la maggior parte di questi hanno “leggermente” modificato il menu per poter assecondare un po’ il palato degli scandinavi.

Se poi esci la sera con gli amici e ti trovi una “pizza” come quella qui sotto, capite perché mangio sempre a casa mia!!!!

CHuojaKWIAE-5ow