Skip to main content

Cosa ci racconti dell’Italia?

La scorsa settimana per l’ultimo giorno di scuola prima delle vacanze pasquali l’insegnante ci ha dato un compito molto arduo: leggere un articolo tratto da un giornale svedese riguardante il tuo paese di origine e raccontarlo davanti a tutti i tuoi compagni in un tempo massimo di 3 minuti. L’ausilio di materiale, foto e utilizzo della lavagna o videoproiettore erano il benvenuto.

Così pochi giorni prima incomincio a ricercare tramite le funzioni cerca dei vari siti di giornali svedesi notizie interessanti riguardante l’Italia. Speravo di descrivere qualche avvenimento interessante, tipo cultura, cibo o qualche bella città italiana ma purtroppo trovo solo notizie di politica (un buon 90% dei casi) e altre news decisamente poco allettanti oppure tristi.

Vabbe’, vediamo ste notizie di politica…. incominicamo da Berlusconi. Cosa posso prendere come esempio: la condanna ai servizi sociali? Come posso spiegare a tutti, in uno svedese semplice, cos’è quest’uomo e cosa ha combinato in tutti questi anni??? Poi non potevo dire che è stato condannato in via definitiva e dopo almeno 6 mesi non si sa ancora la pena. E mi metto a descrivere che sarà ai servizi sociali solo 4 ore a settimana in un centro di riabilitazione da lui scelto che pare sulla carta ancora non esiste? No, non voglio far morire dal ridere o farmi prendere per il cxxo dai miei compagni su questa tragedia italiana….

Passiamo oltre. Il nuovo pseudo-primo ministro Renzi catalizza tanto le notizie anche qui in Svezia, forse perché viene come innovatore (boh, sarà….). Poi incomincio a leggere un po’ di articoli e mi fermo: come posso spiegare chi è Renzi, una persona che quando era sindaco di Firenze in pratica non lo si vedeva mai in Comune, che è diventato premier senza essere stato eletto dal popolo, sostituendo un’altro premier anch’esso non eletto dal popolo (Letta), che a sua volta ha sostituito un’altro premier non eletto dal popolo (Monti).

Per capire un po’ la storia di questi ministri cerco su Google la parola “Primo ministro Italia” e in automatico mi presenta:

Screen Shot 2014-04-16 at 09.15.31

Si effettivamente ogni anno ne abbiamo uno nuovo, che sembri spacchi il culo ai passeri rispetto a quello precedente, tutti non eletti tramite votazione pubblica….no, non posso raccontare di politica, immagino ancora le grosse e grasse risate….oppure mi conforterebbero dandomi le pacche sulla schiena???

Ok, provo a cercare altre news…..e to’, inciampo su un articolo della mafia italiana (di male in peggio, sempre notizie allegre), però leggendo bene capisco che posso descrivere semplicemente questo articolo.

Molti a sentire la parola mafia l’abbinano all’Italia, sanno un po’ cos’è e cosa combinano, quindi non devo addentrarmi troppo nei particolari anche perché film famosi come il Padrino oppure la serie TV I Soprano descrivono un po’ queste organizzazioni criminali.

Dai, ottimo, prendiamo questo articolo. In pratica dice che nel solo 2013 la sola ‘Ndrangheta ha guadagnato circa 472 miliardi di corone svedesi, circa 52 miliardi di Euro tramite i suoi 60.000 “lavoratori” e 400 capi, in 28 stati del mondo.

Nell’articolo fanno anche un paragone, hanno guadagnato più di McDonald e la Deutche Bank messi insieme! Sti ca….

Screen Shot 2014-04-16 at 10.00.06Così traduco l’articolo, estraggo le informazioni essenziali, preparo un testo in svedese che imparo quasi a memoria (a parte le cifre di ogni singola attività criminale) e mi preparo in casa come se fossi davanti ai miei compagni.

Il giorno fatidico faccio la mia presentazione e con essa anche la mia porca figura visto che racconto l’articolo senza guardare il foglietto che mi ero preparato sfoggiando anche un buon svedese con buonissime pronunce. A parte la tremarella che ti viene sempre quando presenti qualcosa, sono contento di come sia andata e ricevo anche i complimenti da parte dell’insegnante.

Bene, i 3 minuti di panico sono passati. Peccato che dopo le presentazioni di tutti i miei compagni la nostra prof ci saluta (ricordate? quella che ho descritto come una patagnocca???) e ci lascia perché verrà spostata in un corso superiore. Finalmente avevo trovato un ottimo motivo per andare a scuola, era bella/brava/parlava bene/è gnocca/insegnava bene e invece dopo appena due settimane ci dobbiamo salutare….sigh….

Al suo posto un’altra insegnante, l’esatto opposto di questa, una vecchia che parla come se avesse quattro Big Babol in bocca….non si capisce una mazza….

E’ proprio vero che le cose belle durano poco….