Skip to main content

Alla ricerca di un tetto

Primo passo per trasferirsi in qualunque parte del mondo: trovare casa!

Passare l’inverno nel Nord Europa sotto un ponte sarebbe molto dura e da qualche mese sono alla ricerca di un appartamento.

Purtroppo la ricerca di una casa non è veloce e semplice come avviene in Italia, dove dopo averne visionato qualcuna basta firmare il contratto per diventare affiuttario.

In Svezia è decisamente più complesso perché il tutto viene gestito con particolari regole da alcune agenzie presenti nelle diverse città.

Nel comune di Norrköping l’agenzia più conosciuta è l’Hyresbostäder (www.hyresbostader.se) che mette a disposizione circa 10.000 case, di qualunque dimensione, condizione, zona e prezzo.

Il primo passo consiste nell’iscrizione al loro sito per poter avere ottenere tutte le informazioni necessarie come planimetrie e costi assieme alle dotazioni di elettrodomestici e foto (purtroppo non degli interni!!!).

Se ti piace basta semplicemente selezionarla e se sei fortunato puoi visionarla entro pochi giorni, in seguito entro il termine indicato bisogna dare l’accettazione o no direttamente sul loro sito.

E fin qui niente di particolare, se non per il fatto che per ogni casa messa a disposizione queste vengono assegnate in base a un punteggio!!!

Il calcolo del punteggio è ancora per me ignoto ma sicuramente sarà legato al numero delle selezioni effettuate e da quanto si è iscritti al servizio.

Ho notato inoltre che il punteggio sale dopo aver visionato una casa ma purtroppo non si può capire se si è il primo della lista oppure l’ultimo.

Quindi come vedete non si ha mai la certezza di ottenere la casa…..

Un’altro metodo forse più semplice consiste nel visitare spesso il sito e selezionare le case con la denominazione Bostad Direkt. In pratica pare (ma non ne ho la certezza) che sarà tua se clicchi per primo!

Con il passare delle settimane ho affinato la modalità di ricerca e ho scoperto una cosa di questo sistema: alle 6 del mattino c’è una grande sfornata di case in modalità Bostad Direkt e così mi alzo presto per cercare di acchiapparne qualcuna.

Al momento nonostante alcuni sopralluoghi effettuati dai miei amici Michele e Carlo (che ringrazio pubblicamente per aver girato come matti tutta la città a visionare case!) non ho ancora ricevuto risposte, ma speriamo nelle prossime settimane di avere buone notizie.

A quel punto basterà farsi un “breve” viaggetto di 2300 km in macchina, in pieno inverno, col buio e con il freddo fino alla nuova casetta.

In confronto una passeggiata…..